Studio Legale Associato

Galbiati Girardi Scorza

Tribunale Padova 08/09/2017 n. 2102: in forza del Regolamento UE n. 1259/2010 applicata legge straniera (marocchina) e pronunciato divorzio immediato per mutuo consenso a coppia residente in Italia.

Avanti il Tribunale di Padova è stato proposto ricorso per divorzio congiunto da parte di coppia straniera (non separata). Il Collegio, decisa la giurisdizione a favore di quella italiana per essere entrambi i coniugi residenti in Italia da prima della data del matrimonio, nel decidere la legge sostanziale applicabile opta per quella marocchina trovando applicazione il Regolamento UE n. 1259/201 che all’art. 5 riconosce ai coniugi la possibilità di designare di comune accordo la legge applicabile al loro divorzio / separazione, purché tra quelle indicate dalla norma tra cui quella di cui uno dei coniugi ha la cittadinanza.

Nel caso esaminato dal Tribunale patavino la legge applicabile diviene quella marocchina che prevede la possibilità dell’immediata pronuncia di divorzio per mutuo consenso.

 

MASSIMA Tribunale Padova, 08/09/2017 n. 2102

Alla domanda congiunta di divorzio è applicabile la competenza dell'autorità giurisdizionale dello Stato membro nel cui territorio si trova la residenza abituale di uno dei due coniugi (nella specie: si applica la giurisdizione del giudice italiano essendo stata la residenza di entrambi i coniugi in Italia sin da prima del matrimonio) nonché la legge del Marocco, ai sensi dell'art. 5 lettera c) del regolamento UE n. 1259/2010, ed in particolare il codice di famiglia (l. 70/2003) che prevede la possibilità di addivenire all'immediata pronuncia del divorzio per mutuo consenso (nella specie: esperito inutilmente il tentativo di conciliazione viene accolta la domanda di divorzio).

 

NORMA RICHIAMATA

Regolamento - 20/12/2010, n.1259 - Gazzetta Uff. 29/12/2010, n.343

REGOLAMENTO (UE) DEL CONSIGLIO del 20 dicembre 2010 N. 1259 relativo all'attuazione di una cooperazione rafforzata nel settore della legge applicabile al divorzio e alla separazione personale

ARTICOLO N.5

Scelta della legge applicabile dalle parti

1. I coniugi possono designare di comune accordo la legge applicabile al divorzio e alla separazione personale purché si tratti di una delle seguenti leggi:

a) la legge dello Stato della residenza abituale dei coniugi al momento della conclusione dell'accordo; o

b) la legge dello Stato dell'ultima residenza abituale dei coniugi se uno di essi vi risiede ancora al momento della conclusione dell'accordo; o

c) la legge dello Stato di cui uno dei coniugi ha la cittadinanza al momento della conclusione dell'accordo; o

d) la legge del foro.

2. Fatto salvo il paragrafo 3, l'accordo che designa la legge applicabile può essere concluso e modificato in qualsiasi momento, ma al più tardi nel momento in cui è adita l'autorità giurisdizionale.

3. Ove previsto dalla legge del foro, i coniugi possono del pari designare la legge applicabile nel corso del procedimento dinanzi all'autorità giurisdizionale. In tal caso, quest'ultima mette agli atti tale designazione in conformità della legge del foro.

 

Intervento di Federica Girardi lunedì 16 ottobre 2017 11:33:00 Categorie: Rassegna stampa